Archivi tag: Parma

tanzienzialen sud, civico 17600

A Pavalus,
grande driver

Ad oggi sulla mia patente risultano ancora intonsi 22 punti. In venticinque anni di patente ho “succato” la macchina diverse volte – tamponando fin anche una corriera !! – tuttavia le poche multe che ho accumulato nella mia carriera di “driver” sono per divieto di sosta e mai per eccesso di velocità, ne guida pericolosa.
Bravo ? No. Pavalus è un bravo driver (fa anche i rally !) io invece solo e decisamente fortunato.

Certo, la fortuna vuole aiutata andando piano (un treno di gomme mi fa 50.000 km), rispettando al meglio i cartelli del codice della strada (ne conosco forse 7, non di più …evidentemente bastano) e partendo dal presupposto che quando si sale in auto non implica avere ragione su tutto quello che si fa e che – soprattutto – esistono pure gli altri
(compreso il vecchietto dal cappello che guida piano, molto piano, la sua 127 rossa del ’73)

Bene.
Convengo che di tutto ciò non vi possa fregare una beneamata “cippa”, ma la premessa è motivata dal fatto che un s8abato sera, tornando dal cinema con la famiglia, ho notato uno strano flash dietro il culo della macchina. Tempo un momento di rendermi conto che non erano gli Ufo, ho fatto mente locale e controllato il contachilometri, quasi in modo automatico. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

memoria (rettifica e conclusione)

Come ricordavo ieri notte, l’incazzatura dovrebbe avere poteri curativi per il muscolo cardiaco; una sorta di “cardiospirina” naturale.
Non credo esista bugiardino, quindi non sono in grado di aggiornarvi su possibili effetti indesiderati, posso dire solo quello che capita me.

Quando l’incazzatura è enorme – come nel caso di ieri sera – mi si obnubila la “vista” e diverse cose – se scrivo – mi restano nella penna.
Il caso di ieri sera è piuttosto lampante ed è racchiuso nella frase: «Sarà che sono di Parma e i fascisti li conosciamo fin dall’agosto del ’22»

Quella Parma, ma soprattutto quegli eroici abitanti fatti di tanti Guido Picelli, Dante Gorreri, Giacomo Ferrari … Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

pesce d’aprile

Come da consuetudine il mese di Aprile si apre con il mitico “Pesce”.
Quest’anno i più originali sono stati certamente quello di Nokia – il forno micro-onde touchscreen che cuoce con lo sguardo, da condividere online ! – e la genialata di Twitter che prospettava l’uscita di una nuova versione gratuita – “Twttr” – dove non si potevano usare le vocali, utilizzabili solo nella versione completa (appunto Twitter) dopo la sottoscrizione di un abbonamento al costo di 5 dollari al mese. Un bel “psc d’prl”

Il migliore però è risultato quello che Pizzarotti e Co. hanno regalato ai cittadini di Parma, loro amministrati.
Vinte le elezioni con slogan accattivanti e un tantino demagogici (mitico quello sul nuovo asfalto catalizzatore di polveri sottili) dopo un anno, gettata la maschera, hanno deciso di mostrarsi per quel che sono. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

Pärma tajadora (reprise)

A Fausto “Kerchak”
rappresentante RSU
e delegato FIOM

Mentre il Gran Capo ha confermato al Presidente della Repubblica che «il M5S non accorderà alcuna fiducia a governi politici o pseudo tecnici con l’ausilio delle ormai familiari “foglie di fico” come Grasso» (i disoccupati italiani, nel frattempo, ringraziano nda), il sottoposto Federico Pizzarotti, governatore della “stalingrado grillina”, è alle prese, ancora, con l’agitazione dei lavoratori del comune.

Ora, pur con grande umiltà, vorrei suggerire che sarebbe opportuno “agitarci” tutti, soprattutto quando un Sindaco – parte in causa nella trattativa che si è già pronunciato per il taglio del salario ai dipendenti del comune – ieri si è preso la briga di esternare la sua intenzione di superare i sindacati e trattare direttamente con i lavoratori. Come intenda muoversi non lo ha precisato (incontrando ognuno di loro singolarmente, attraverso un comizio in Piazza Garibaldi, tramite web ?), ma l’utilizzo del berlusconiano “ghe pensi mi“, accompagnato dalla strana e pericolosa idea di superare i sindacati, mi riporta alla mente non solo Marchionne (che a proposito lui ieri lo stipendio se lo è aumentato di un paio di milioni – + 47,7 % – e che a Melfi, Pomigliano e Mirafiori si arrangino … ) ma anche il fascismo.

Vedete, muoversi nel solco tracciato dal Grande Timoniere genovese – che poche settimane fa si proponeva di abolire i Sindacati – significa più in generale muoversi sulla stessa lunghezza d’onda di tale coglionazzo Mussolini Benito da Predappio, che novant’anni orsono i sindacati li cancellò per davvero ed andò a finire come sappiamo.

Significa muoversi in aperto contrasto con la Costituzione Repubblica Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

Pärma tajadora

Mentre onorevoli e senatori M5S sono alle prese con il primo giorno di lavoro, i loro fratelli maggiori, quelli della stalingrado grillina sono alle prese con una grana non da poco: la quadratura del bilancio del comune.

Grazie alla “banda del buco” che ha lasciato Parma più povera di Padre Lino (che non è Banfi, ma un sant’uomo della Parma di una volta) i nuovi rivoluzionari internettiani – assurti al potere della città grazie al grande entusiasmo intorno a loro (ed al blocco compatto di voti del centro destra, non dimentichiamolo) – hanno pensato bene di risparmiare sulla cassa: tagli ai servizi, aumenti delle rette (quello agli asili è un colpo di genio), taglio degli stipendi dei dipendenti comunali.
Hai capito ? altro che reddito di cittadinanza …

Da Pärma voladora a Pärma tajadora
In questo modo certamente si rientrerà dal debito lasciato da Vignali & C“, devono aver pensato questi “grillini“, passati in men che non si dica da profeti di nuove e straordinarie teorie economiche a mesti esecutori di bieche ed ottuse pratiche di ragioneria liberista; resta da capire (chiediamo lumi) per quale ragione – ancora una volta, anche per mano delle emanazioni del nuovo “rivoluzionario” Grillo – la crisi dovuta ad altri “la devono pagare gli operai

Nello specifico
Decurtazione delle indennità aggiuntive in busta paga Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola