Archivi tag: Fukushima

300 (trecIento)

da Repubbblica.it

Fukushima, ‘grave’ fuga di acqua radioattiva
Reazione della Cina: ‘Vogliamo informazioni’
L’autorità di controllo nucleare del Giappone ha classificato di livello 3 la fuoriuscita di 300 tonnellate di liquido radioattivo dall’impianto. Pechino sotto shock: “Subito approfondimenti”. Studio sugli abitanti della zona: in aumento i tumori alla tiroide, ma è presto per stabilire una correlazione

ROMA – L’autorità di controllo nucleare del Giappone ha valutato “livello 3”, pari a “incidente grave” sulla scala internazionale degli eventi nucleari (ines), la fuoriuscita di 300 tonnellate di acqua altamente radioattiva che si è verificata recentemente dalla centrale di Fukushima. E di cui ha dato notizia la Tepco, la società che gestisce l’impianto.

La classificazione al livello 3, su una scala che va da 0 a 7, corrisponde al “rilascio di grandi quantità di materiale radioattivo all’interno della struttura”. Tuttavia, l’autorità ha deciso di chiedere anche il parere dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) prima di prendere una decisione definitiva. L’incidente di Fukushima dell’11 marzo 2011 resta, invece, a livello 7, il più alto, corrispondente a “notevoli effetti sulla salute e sull’ambiente”.

La reazione cinese. Intanto la Cina si dichiara “sotto shock” dopo aver appreso del versamento d’acqua contaminata. Lo ha affermato oggi, in un comunicato, il ministero degli Esteri di Pechino. La Cina chiede al vicino di “fornire rapidamente informazioni precise, approfondite e significative” sulla fuga di liquido radioattivo dalla centrale.

Studio sui tumori alla tiroide. Gli scienziati, invece, si muovono per valutare l’impatto sulla salute delle radiazioni liberate durante l’incidente del 2011. Secondo uno studio condotto sugli abitanti della regione vicina all’impianto, sono stati rilevati diciotto casi di cancro alla tiroide, in ragazzini minori di 18 anni. Non è stato ancora accertato, tuttavia, un legame causale tra l’esposizione alle radiazioni e i tumori rilevati.

I test medici sono stati eseguiti su circa 200 mila under 18 da un comitato locale per la tutela della salute pubblica. Rispetto al precedente monitoraggio, nel giugno scorso – riporta l’agenzia di stampa Kyodo News Agency – le diagnosi di tumore alla tiroide sono salite a 18 (6 casi in più), mentre i casi sospetti sono passati in questo periodo da 15 a 25.

Gli esperti nominati dall’autorità prefettizia di Fukushima ritengono però che questi tumori non siano direttamente legati all’incidente alla centrale giapponese. Secondo gli specialisti, che si basano su quanto è stato osservato per esempio dopo l’incidente nucleare di Chernobyl nel 1986, 2 anni sono troppo pochi per rilvevare. eventuali conseguenze dirette delle radiazioni. Per stabilire un’associazione causa-effetto, spiegano, devono passare da 3 a 5 anni.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Memoria, passaparola

fukushima today

Fukushima, dentro la centrale nucleare di Daiichi: il cantiere infinito che non smette di creare allarme
di Stefano Carrer

FUKUSHIMA DAIICHI – Autoveicoli rovesciati in posizione quasi verticale. Erano stati il simbolo della violenza dello tsunami: oggi non si trovano più lungo le centinaia di chilometri di costa flagellata dall’onda assassina, dove la ricostruzione avanza. Questo simbolo si può trovare solo all’interno della centrale nucleare di Fukushima Daiichi: sbattuti sulle pareti malmesse dell’edificio che ospita il quarto reattore danneggiato, sul lato che dà verso un mare grigio, i veicoli ormai arrugginiti che lanciano le loro ruote verso il cielo non sono stati toccati da nessuno dall’ormai lontano 11 marzo 2011. Eppure la centrale si è trasformata in un immenso cantiere. Le apparenze non sarebbero nemmeno tanto diverse da quelle di un enorme sito industriale in ristrutturazione, se non fosse che tutti gli esseri umani sono in tuta integrale anti-radiazioni, il che – al pari degli autoveicoli alla rovescia – dà la sensazione di un costante day-after, della presenza continua di un disastro che pare non finire mai.

Il TOUR ORGANIZZATO – Una dozzina di giornalisti internazionali hanno potuto entrare nella centrale il 12 giugno in un tour organizzato dalla Tepco (Tokyo Electric Power), Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

buona giornata ! (seconda puntata)

Non è che mi diverta tediarvi con le mie elucubrazioni, ma puttana miseria queste belle notizie vanno o non vanno condivise ?!?
¡ hasta luego !
… anzi, no
Buona Giornataaaaaaa !!!!

Sole24Ore 9 aprile 2013

Fukushima, nuova fuga d’acqua radioattiva. Russia «preoccupata»
Non c’è pace per la centrale nucleare di Fukushima. Proseguono, infatti, le fughe di acqua radioattiva da un serbatoio sotterraneo dell’impianto: la Tepco, ente di gestione della centrale nucleare, ha reso nota una terza fuga di acqua radioattiva dopo le due registratesi nei giorni scorsi e di cui non è ancora stata individuata la causa. Finora, quindi, sono state almeno 120 le tonnellate di acqua contaminata sversate nel sottosuolo a causa delle perdite in tre serbatoi sotterranei, pure muniti di tre strati di materiale destinati ad evitare le infiltrazioni; a questo punto la Tepco Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

donpasta

Ai seguaci di MasterChef e Gordon Ramsay

Mentre sui giornali si sprecano le parole per il declassamento del rating dell’Italia (domani sarà una bella apertura per i mercati), i presunti impedimenti di “Berluscao” (è vent’anni che dico che esiste un impedimento tra B. e la democrazia, non mi occorre una visita fiscale) e le minacce di Casaleggio (e chi cazz’è ?) di abbandonare il M5S se non si fa come dice lui (loro si che sono DEMOCRATICI) rischia di passare sotto silenzio (è già ampiamente nel dimenticatoio, diciamoci la verità) la notizia dei cinghiali al cesio e dell’insalata al topicida.

Si, è vero, avere un paese senza governo, così scassato che si abbisogna di un ex-comico, dai modi dittatorial-fascisti, per trovare il bandolo della matassa è roba che mette obbiettivamente in ansia, ma a mio giudizio dovrebbe allarmare anche il fatto che ben che ci vada mangiamo alimenti che sempre più assomigliano a cacca. E di quella pure pericolosa.

In Val Sesia sono stati conteggiati 27 cinghiali abbattuti con un quantitativo di Cesio 137 (un radionuclide impossibile da trovare in natura, ma prodotto nelle centrali nucleari) rinvenuto nella lingua e nel diaframma, superiore al limite tollerabile in caso di incidente nucleare.
Ecco, io non credo che questa sia robetta … Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

fishing in fukushima

A seguito del “ciocco” di Fukushima, del marzo ’11, la commissione europea ha eseguito uno studio sui 145 reattori presenti in Europa (111 di questi situati in zone densamente abitate). Dopo 18 mesi di “stress test” sulle centrali, da ieri possiamo dire il rapporto finalmente concluso.
Presentando le conclusioni alla stampa (per sommi capi) il commissario europea all’energia – Gunther Oettinger – si è detto soddisfatto:
«Nell’insieme il livello di sicurezza è soddisfacente. Nessuna centrale verrà chiusa, ma quasi ovunque sono possibili miglioramenti»

E d’altra parte cosa non è perfettibile ? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola