Archivi tag: 64mila

64mila baci in parti civili

E finalmente una buona notizia …
L’augusto Manzoloni è stato chiamato formalmente, dalla magistratura italiana, a rendere conto – in giudizio – di oltre 64mila euro spesi per vacche, vaccate e crociere. Un particolare: lo faceva attraverso la la carta aziendale.
Visto che noi appartenenti a “the original working class” non riusciamo a capacitarci di come si possa spendere una cifra così abnorme per i propri bisogni (forse perchè l’unica carta aziendale che ci viene fornita è la carta igienica. non abbiamo, evidentemente, metro di misura) restiamo stupiti di come un pirla del genere (altro epiteto non mi viene, per uno che voleva evitare il processo perchè ha “già” restituito il maltolto*) non abbia ancora presentato le dimissioni oppure l’azienda non gli abbia già cambiato la serratura dell’ufficio.

Le reazioni contenute dell’augusto direttore, lasciano trapelare che in fondo, in fondo, l’ha presa benino: «Questa vicenda vi dà l’idea della società di trogloditi in cui viviamo» Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

64mila baci (infinite revival)

Poche righe «che poi – come diceva il “maestrone” – saran le ultime oramai»
Saranno le ultime perchè il governo (e il PdL) è partito lancia in resta per “castagnare” una bella “norma liberticida” circa il taglio delle intercettazioni: vera priorità di un paese economicamente in ginocchio. Giusto ? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

64mila baci II

Vi è qualcosa di profondamente comico nel tentativo di “Old Dirty Man” di organizzare il prossimo esilio di Gheddafi. Prima gli bacia la mano, quindi lo bombarda, poi gli organizza le “ferie”: un vero genio di comicità.
I giornali non se ne sono occupati granché , vuoi perché è impossibile stare a dietro a tutte le figuracce di “old dirty man” , vuoi perché “sembra”, “pare” (come diceva il grande Loche ad Avanzi, quando la televisione era un poco più libera) che vi sia qualcosa di addirittura più comico che bolle in pentola.

Leggendo il fatto quotidiano ho recuperato la notizia che l’augusto” Manzo voglia dare una sterzata alla sua vita.
Indispettito da quei curiosoni della Guardia di Finanza e della Corte dei Conti sui famosi sessantamila euro e rotti (per la precisione, sia apprende, 68.ooo e non 64 …) durante un intervista al settimanale “A”, gli è scappata detta la seguente frase:
“Vogliono usare questa storia dei rimborsi per tenermi sotto schiaffo, ma io quei soldi ora li restituisco”

E bravo il mio “Manzolini” !
Ma visto che nessuno te li ha chiesti indietro – per adesso!dovresti però aggiungere anche con quale causale !
Chessò: non era confortevole il viaggio, non andava bene il soggiorno in Kenya, la Porche non tiene la convergenza ….
E’ talmente bella che sembra tirata fuori da una comica di Stanlio e Ollio ! continua …

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

contraddittorio

Stando alle cronache rai delle ultime ore, Fazio e Saviano, che hanno ospitato Beppino Englaro e Mina Shelby nell’ultima puntata di “Vieni via con Me”, sarebbero nuovamente sotto attacco per aver rifiutato di ospitare, nella prossima puntata, alcune associazioni “per la vita”. L’invito, pressante, è giunto prima dalle stesse associazioni, quindi da parte del consiglio di amministrazione rai (!!!)
Il motivo: la solita richiesta, ormai “stracciamaroni”, del contraddittorio; che vivendo in “itaglia”, in regime berlusconiano, ha quasi del surreale, comunque …

continua…

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

64mila baci

Stando a Fini – ieri da Fazio e Saviano – un valore (tipicamente) di dx è la meritocrazia: in soldoni, sei bravo ti pago di più.
Per la verità non mi pare quel gran principio, ne una grossa novità e neppure un valore tipicamente di dx, se ad esso aggiungiamo una postilla: non dimentichiamoci nessuno, diamo un salario di “base” (non da fame, please)

Bene, la meritocrazia nel nostro capitalistico paese è già applicata.
Prendiamo per esempio l’augusto “Manzolini”: in virtù del fatto che l’egregio signore è direttore del Tg della rete ammiraglia – ovviamente per meriti – la direzione generale gli riconosce una MaterCard oro/platino/titanio con fondo illimitato.
E’ così che “Herr Director” spaparazza il suo soave culo in Kenia in compagnia di belle donne e si prende la tintarella su navi di crociera. continua …

Lascia un commento

Archiviato in passaparola