Archivi del mese: agosto 2011

chiusura d’agosto

chiudiamo agosto perdendo un anno di vita: l’anno del militare.
per quanto speso male – un vero anno di marchette alla patria – mi si conferma in questi giorni che non è servito proprio a un cazzo, nemmeno alla pensione.
mi vien da dire che poteva andare peggio: potevo aver già pagato per gli anni d’università !
alla patria, oltre a questo anno lascio, ammetto, anche un poco di fegato, in quanto questa misura, che cancella diritti acquisiti (!), è proposta per evitare che venga introdotto uno straccio di patrimoniale, per dirla meglio, per evitare che i ricchi paghi un qualcosa che non sia il caffè al bar …

c’è da essere contenti.
bel paese il nostro …

Non so come saranno trecentosessantacinque i giorni che dovrò aggiungere per andare in meritato ritiro (al 40-50% si prospetta una grandissssssssima vecchiaia !); magari vedrò un anno come questo, come il 2010/11, e chissà che pur in età non più floridissima non mi torni la voglia di spaccare giù tutto.

  • Agosto 2010
  • Baciano der nano a sua maestà Muammar Gheddafi. Un must !
  • Settembre 2010
  • Bonanni contestato alla festa del pd.
  • Belpietro scampa ad un attentato. Il conseguente trituramento di maroni non da scampo per una ventina di giorni.
  • Ottobre 2010
  • Scoppia lo scandalo P3.
  • Berlusconi, tra una barzelletta e un rutto, annuncia di aver trovato la quadra con i sindaci campani per lo smaltimento rifiuti.
  • Novembre 2010
  • Scopia lo scandalo delle mignotte a Arcore. 
  • Strage di piazza della loggia (BS): tutti assolti.
  • Muore Mario Monicelli.
  • Crolli a Pompei
  • Comincia la pre-produzione ed il casting per il film porno «Bunga-Bunga Presidente»
  • Dicembre 2010
  • Berlusconi compera i senatori e onorevoli e cade nel vuoto la mozione di sfiducia: tre i voti decisivi.
  • Wikileaks comincia la pubblicazione dei cable USA: tra gli altri emerge che per evitare inchieste pm sull’omicidio Calipari, il governo bloccò le indagini del Parlamento.
  • Cesare Battisti non viene estradato dal Brasile.
  • La Fiom, lasciata da sola, continua la battaglia per i diritti in Fiat.
  • Gennaio 2011
  • Con il 54% la Fiat vince il “referendum” di Mirafiori.
  • Cade nel vuoto la mozione di sfiducia a Bondi.
  • Nelle carte depositate alla Giunta per le attorizzazioni a procedere Berlusconi viene definito «pezzo di merda» da diverse escort, pardon, mignotte.
  • Tutta la stampa estera si domanda come mai Berlusconi non si dimette: qualcuno si azzarda nel dire che gli italiani siano un attimino dei coglioni.
  • Febbraio 2011
  • Dopo le parole di Berlusconi: “Sono legato da un’amicizia vera con tutti i leader dei Paesi nordafricani, con Mubarak e la sua famiglia, con Bouteflika, con Gheddafi e Ben Ali” esplode la primavera araba in Tunisia (a seguire Egitto, Libia, Siria).
  • Bondi annuncia le dimissioni da Ministro della Cultura.
  • Esce «Bunga-Bunga Presidente».
  • Marzo 2011
  • Il Terremoto/Maremoto in Giappone provoca circa 30.000 morti e una catastrofe nucleare a Fukushima.
  • Oscar Giannino, Chicco Testa, Min.Romani, Min. Prestigicomo brillano per la loro vergognosa scacallaggine.
  • Tale Roberto de Mattei, professore, vicepresidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, noto per le sue grandi intuizioni scientifiche (“Credo nella Bibbia e non a Darwin“), afferma che la sciagura nipponica è un giusto «castigo di Dio per purificare l’umanità peccatrice».
  • Crisi umanitaria a Lampedusa: Berlusconi compera casa nell’isola e dice che nei soliti tre giorni risolverà tutto.
  • Aprile 2011
  • 25 anni dopo Chernobyl il mondo è trepidazione per le notizie da Fukushima.
  • Si festeggia il XXV Aprile: potrebbe essere l’ultimo.
  • Maggio 2011
  • Si festeggia il I° Maggio: potrebbe essere l’ultimo.
  •  Sciopero generale CGIL.
  • Arrestato il boia Mladic; Borghezio lo definisce: patriota.
  • Giugno 2011
  • La presidenza del Consiglio dei ministri si attiva presso l’avvocatura dello stato per il ricorso contro la decisione della Cassazione di ammettere il referendum sul Nucleare.
  •  Esplode, finalmente, il caso Parma.
  • Scopia lo scandalo P4
  • I referendum sono vinti dai SI
  • Luglio 2011
  • Decennale del G8 di Genova, della Diaz e di Bolzaneto.
  •  Tensioni nel governo per la crisi che solo ora – dal 2008 – sembra essere scoperta: Tremonti, in diretta televisiva, da dello scemo e del cretino a Brunetta.
  •  Giovanardi da la colpa della strage di Ustica a fantomatiche bombe libiche.
  •  Bondi richiede osservatori internazionali per controllare «chi esercita l’amministrazione della giustizia in Italia»
  • Strage in Norvegia: Borghezio – sospeso dalla Lega per un mese – per aver espresso comprensione per le tesi neo-naziste dell’attentatore.
  • Agosto 2011 Tracollo dei Btp in borsa, lo spread con i bund arriva quasi ai 400 punti; gli istituti di credito perdono in poco più di un mese circa il 25%; manovra, aggiustamenti, variazioni,Iva su, pensioni giù, Referendum considerati carta straccia … tanto per far pagare SEMPRE gli stessi.
  • Siamo all’oggi e non mi pare poi quel gran che…

Dimmi, dimmi,
come, come, come, fai a dire
che tu credi in questo vecchio pazzo mondo?

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

aggiornamento feriale

Il gran Ruffiano in persona – pur sotto tortura – si è dovuto presentare a Camera e Senato nel tentativo di tranquillizzare i mercati che l’italico paese è in forma (anzi, sta meglio di altri) e senza pudore è riuscito a dire che le “tensioni” dei mercati di questi giorni sono frutto di basse speculazioni dovute a malevoli interpretazioni. Ora io non lo so, volgio dire, non è che sia intelligente come Ferrara, ma se “old dirty man” DOPO TRE ANNI SI ACCORGE DELLA CRISI IN ATTO e – volendo aggiungere una nota di colore – propone ricette economiche degne di un suntuoso rutto di un ubriaco – tanto che in diretta il corrispondente della BBC (un giornalista !) si è per messo il lusso di smentire con un commento sibillino (“i mercati la pensano in altro modo”) un primo ministro (si fa per dire …) – vorrà pure dire qualcosa …
Che sia il caso di preoccuparsi ?

Probabilmente domani avremo lo “spread” con i Bund tedeschi oltre i 400 punti (non so cosa voglia dire di preciso, ma dicono che sia male, molto male !)  ed un ulteriore tracollo di P.zza Affari, ma anche con ciò continuo a pensare che non ci possiamo lamentare… siamo pur sempre in ferie !
E poi “er nano” ha un piano per il sud, il taglio delle auto blu ed atre due o tre minchiate da osteria che deve aver imparato dal druido della Val Brembana. Siamo a cavallo, anche perchè se i lavori parlamentare riprenderanno il 12 settembre (pardon, il 5 … pellegrinaggio anticipato !!!) c’è tutta la sicurezza che il paese non stia sull’orlo del precipizio, che la situazione non sia così drammatica: “che l’orchestra continui pure a suonare ! mica siamo sul Titanic …”

E chi sono io per non fidarmi  ?
Lascio solo un consiglio: al posto delle pellegrinaggio in terra santa, si facessero una gitarella a … fukushima
chissà che con una cura di Cesio si riesca a garantire, a noi poveri mortali, il rientro al lavoro per settembre.  

Lascia un commento

Archiviato in passaparola