Archivi del mese: novembre 2010

wiki-wiki II (la conferma del complotto)

«Un nuovo crollo si è verificato oggi negli scavi archeologici di Pompei. Secondo quanto si è appreso riguarderebbe un muro grezzo interno al giardino della casa del Moralista, nei pressi della Schola Armaturarum sbriciolatasi lo scorso 6 novembre. Al momento è in corso un sopralluogo dei tecnici della sovrintendenza per appurare l’entità del danno»
Il Sole24Ore 30 novembre

Si apprende inoltre che il ministero dei Beni culturali ha diffuso alcune foto segnaletiche, circa persone sospette viste aggirarsi nella zona adiacente il crollo. Il ministro (sic!) ha annunciato laute ricompense per chi saprà fornire indicazioni.

¡ hasta luego ! G.
· https://giuliovaracca.wordpress.com ·

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

ciao Guerriero !

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

wiki-wiki

Dopo il tormentone di “waka-waka” arriviamo al “wiki-wiki”, inteso come wikileaks
Questa sera, alle 22.00, sul sito http://wikileaks.org/, saranno rilasciati migliaia di documenti che promettono di essere “una Chernobyl” diplomatica.
Io, ne capisco vagamente di Chernobyl e molto meno di diplomazia, per cui segnalo che nel mentre, in attesa cioè di sapere le vaccate del mondo diplomatico occidentale, un alcolista, che risponde al nome di Kim Il Jong, ha schierato i suoi missili, di dubbia testata, per provare a vedere su riesce a fare una Chernobyl un poco più concreta. Cazzatelle …
Torniamo al wiki-wiki …

Il telefonista di Ballarò ha definito il rilascio dei documenti da parte del sito: «una nuova forma di terrorismo», probabilmente per paura che i file riguardanti la sua particolare amicizia con l’ex KGB Putin (ex comunista area Beria, Stalin) possano risultare indigesti. Azzardo a pensare che anche in questo caso tutto possa risolversi in “storiacce” di zoccole e minorenni, ma visto il tipo di “statista” posso anche sbagliarmi.
Resta il fatto che Al Pappone è molto preoccupato ed ha cominciato a far di conto …
«Wikileaks; i rifiuti di Napoli, la grana di Finnmeccanica e come dimenticare il crollo di Pompei (!), sono certamente indice di un complotto»

Complotto ?
E’ riuscito a dire complotto ??

Purtroppo, questo chiaro indice di demenza senile, è sostenuto anche da altri (e quindi preoccupa).
Il “fido” Frattini (arriva tardi, ma arriva) si è preoccupato di sostenere a gran voce le preoccupazioni del capo.

Giunti a questo punto, mi resta da capire se il “grande vecchio” sia Gargamella, oppure, Diabolik

¡ hasta luego ! G.

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

contraddittorio

Stando alle cronache rai delle ultime ore, Fazio e Saviano, che hanno ospitato Beppino Englaro e Mina Shelby nell’ultima puntata di “Vieni via con Me”, sarebbero nuovamente sotto attacco per aver rifiutato di ospitare, nella prossima puntata, alcune associazioni “per la vita”. L’invito, pressante, è giunto prima dalle stesse associazioni, quindi da parte del consiglio di amministrazione rai (!!!)
Il motivo: la solita richiesta, ormai “stracciamaroni”, del contraddittorio; che vivendo in “itaglia”, in regime berlusconiano, ha quasi del surreale, comunque …

continua…

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

facezie canine

A questo punto la questione comincia a diventare fastidiosa, quindi prometto di “investigare” sul colpevole e di essere più preciso in futuro; per adesso accontentatevi del reato. Per la verità della reiterazione del reato …

In un “delirio” precedente si portava all’attenzione il palese stato di alterazione psico-fisica del pubblicitario che, trattando di Mercedes, aveva pensato naturale che un gregge di peccore (limba sarda) trovandosi nel mezzo di una carreggiata, dovesse cortesemente sgombrare la sede stradale al solo avvicinarsi di una macchina della casa di Stoccarda. Per altre vetture, motorini, velocipedi, vedi il triste “apecar” dello spot … ciccia.
A compendio di questo evidente delirio di onnipotenza pubblicistica è circolato anche un altro spot nel quale era addirittura madre natura ad inchinarsi al prodigioso acciaio tedesco: bastava parcheggiare una SLK nei pressi di un platano, un faggio, oppure un pioppo, che oplà i fusti si prodigavano in contorsioni da kamasutra per ombreggiare al meglio la “voiture”: il tripudio dell’edonismo.
continua …

Lascia un commento

Archiviato in passaparola