Dialetto parmigiano

Il dialetto parmigiano è un dialetto gallo-italico della lingua emiliano-romagnola parlato nella provincia di Parma. Deriva in parte dal popolo dei galli boi che occuparono il territorio intorno a Parma nel 400 a.C. e in seguito all’invasione romana  rimasero ad abitare tali terre da vinto. Il lessico che si parlava quindi in quell’epoca era un llatino contaminato da influenze galliche. I galli, o celti, hanno lasciato un retaggio riscontrabile ancora in parole di uso comune come “gozèn” (‘maiale’), “scrana” (‘sedia’) o ancora “sôga” (‘fune’). Inoltre, a causa delle diverse invasioni spagnole e soprattutto francesi, è ancora possibile osservare termini di origine straniera nel dialetto parmigiano, come “tirabusòn” (‘cavatappi’), "pom da téra" (‘patata’) o "franc" (‘lira’) dal francese, "sarùc" (‘pugno’) dal tedesco "zurück".
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Memoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...