Archivi del mese: febbraio 2009

striscia la giustizia

La richiesta di archiviazione per le telefonate Berlusconi-Saccà inaugura un nuovo genere giurisprudenziale: la giustizia creativa. Secondo i pm napoletani che avviarono l’indagine, se il politico più ricco e potente d’Italia chiede al direttore di Raifiction di sistemare 5 ragazze «per sollevare il morale al Capo» a spese degli abbonati e aggiunge «poi ti ricambierò dall’altra parte quando sarai un libero imprenditore. m’impegno a darti grande sostegno», è corruzione.
 
Basta ascoltare la telefonata per trovare l’atto illecito (far lavorare gente che non lavorerebbe senza raccomandazione) e la «promessa di denaro o altra utilità» in cambio, cioè i due ingredienti tipici della corruzione. Quanto basterebbe, in un paese normale con due imputati normali e una giustizia normale, per affidare la faccenda al giudizio di un tribunale. Ma, per i pm romani che hanno ereditato l’inchiesta per competenza, «non vi è certezza del do ut des», al massimo di un po’ di «malcostume». E poi Saccà non è un incaricato di pubblico servizio (al servizio pubblico radiotelevisivo non crede più nessuno). E soprattutto i due piccioncini hanno un rapporto talmente «stretto e asimmetrico» che «Berlusconi non ha alcuna necessità di garantire indebite utilità per avere favori da Saccà».
 
Cioè: Berlusconi è il padrone dell’Italia, dunque della Rai, dunque di Saccà, dunque non può pagare tangenti: è lui stesso una tangente (resta da capire perché allora garantisse «utilità» nella telefonata a Saccà: forse scherzava). E così il conflitto d’interessi, anziché un’aggravante, diventa un alibi.
Giustizia è fatta.
 
Marco Travaglio

Lascia un commento

Archiviato in passaparola

se stasera sono qui

Se stasera sono qui
è perchè ti voglio bene
è perchè tu hai bisogno di me
anche se non lo sai 
 
Se stasera sono qui
è perchè so perdonare
e non voglio gettar via così
il mio amore per te
 
Per me venire qui
è stato come scalare
la montagna più alta del mondo
e adesso che son qui
voglio dimenticare
i pensieri più tristi giù in fondo
 
Se stasera sono qui
è perchè ti voglio bene
è perchè tu hai bisogno di me
anche se non lo sai
 
Per me venire qui
è stato come scalare
la montagna più alta del mondo
e adesso che son qui
voglio dimenticare
i pensieri più tristi giù in fondo
 
Se stasera sono qui
è perchè ti voglio bene
è perchè tu hai bisogno di me
anche se non lo sai
anche se non lo sai…
  
 
Luigi Tenco 

Lascia un commento

Archiviato in Musica

giugno ’73

Tua madre ce l’ha molto con me
perché sono sposato e in più canto
però canto bene e non so se tua madre
sia altrettanto capace a vergognarsi di me
 
La gazza che ti ho regalato
è morta, tua sorella ne ha pianto,
quel giorno non avevano fiori, peccato,
quel giorno vendevano gazze parlanti.
 
E speravo che avrebbe insegnato a tua madre
a dirmi "ciao come stai",
insomma non proprio a cantare
per quello ci sono già io come sai.
 
I miei amici sono tutti educati con te
però vestono in modo un po’ strano
mi consigli di mandarli da un sarto e mi chiedi
"Sono loro stasera i migliori che abbiamo"
E adesso ridi e ti versi un cucchiaio di mimosa
 
nell’imbuto di un polsino slacciato.
I miei amici ti hanno dato la mano,
li accompagno, il loro viaggio porta un po’ più lontano.
 
E tu aspetta un amore più fidato
il tuo accendino sai io l’ho già regalato
e lo stesso quei due peli d’elefante
mi fermavano il sangue
li ho dati a un passante.
 
Poi il resto viene sempre da sé
i tuoi "Aiuto" saranno ancora salvati
io mi dico è stato meglio lasciarci
che non esserci mai incontrati.
 
 
Faber

Lascia un commento

Archiviato in Musica

chissà se in cielo passano gli Who

e buonanotte a tutti i sognatori
a quelli che la devono far fuori
a chi c’ha il mondo sempre piu’ lontano
perche’ ha vissuto sempre contromano
a chi non butta via la notte coi pensieri
a quelli che una coppia e’ gia una folla
e dicono che il cielo sia una balla
a quelli che da soli ci stan stretti
e pensano che il cielo sia di tutti
a lui e lei che stanno insieme solo con la colla
 
e poi a quelli che non ritornano
certo lassu’ forse lassu’
sono capaci di non dormire mai piu’
 
chissà se in cielo passano gli who
chissà se in cielo passano gli who
chissà che nome d’arte avra’  il dj
se sceglie sempre e solo tutto lui
se prende le richieste che gli fai
 
a chi decide di ammazzare il tempo
e il tempo invece servirebbe vivo
a chi sta in giro perche’ non ha scelta
perche’ comunque il sonno non arriva
a quelli che ogni notte puoi giurarci son presenti
e buonanotte a chi la sa godere
a quelli che han bisogno di star male
a chi ha paura di restare fermo
e sogna un po’ piu’ forte quando e’ sveglio
a quelli che non hanno mai saputo dove andare
 
poi a quelli che non salutano
certo lassu’ forse lassu’
sono capaci di non dormire mai piu’
 
chissà se in cielo passano gli who
chissà se in cielo passano gli who
chissà che nome d’arte avra’  il dj
se sceglie sempre e solo tutto lui
se prende le richieste che gli fai 
Luciano Ligabue  
 

Lascia un commento

Archiviato in Musica